var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

VIA MATRIS DOLOROSAE - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

VIA MATRIS DOLOROSAE





……………………………….
VIA MATRIS DOLOROSAE

Le sette stazioni della Via Matris

Sul modello della Via Crucis, è sorto il pio esercizio  della Via Matris dolorosae o semplicemente Via Matris, approvato dalla Sede Apostolica (Cƒn Papa Leone  XIII, Deiparae Perdolentis, Acta, III, 1884, pp. 220-222).  L’intuizione fondamentale è quella di considerare  l’intera vita della Vergine, dall’annuncio profetico di  Simeone fino alla morte e sepoltura del Figlio, come un cammino di fede e di dolore: cammino articolato appunto in sette “stazioni”, corrispondenti ai “sette dolori” della Madre del Signore.

Il pio esercizio della Via Matris si armonizza bene  nel cammino quaresimale.

_____________________________________________________________________________________


Preghiera iniziale

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Contempliamo e viviamo il dolore e la speranza  della Madre. La fede della Vergine illumini la nostra  vita; la sua materna protezione accompagni il nostro cammino incontro al Signore della gloria.  

Preghiamo. Padre santo, che nel mistero pasquale hai stabilito la salvezza del genere umano, concedi a tutti gli uomini con la grazia del tuo Spirito, di essere inclusi nel numero dei figli di adozione che Gesù  morente affidò alla Vergine Madre. Egli vive e regna  nei secoli dei secoli.  Amen.  

I. Stazione….

Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore.
Perché all’opera della salvezza hai associato la Vergine Madre
        
MARIA ACCOGLIE LA PROFEZIA DI SIMEONE….

Simeone li benedisse e parlò a Maria, madre [di Gesú]: “Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione  perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l’anima” (Lc 2,34-35).  

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.


II. Stazione…

Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore.
Perché all’opera della salvezza hai associato la Vergine Madre.

MARIA FUGGE IN EGITTO CON GESÙ E GIUSEPPE

Essi erano appena partiti, quando un angelo del Signore  apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: “Alzati, prendi  con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là  finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo. Giuseppe, destatosi, prese con sè il  bambino e sua madre nella notte e fuggi in Egitto (Mt 2,13-14).   

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.


III. Stazione


Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore.
Perché all’opera della salvezza hai associato la Vergine Madre.

MARIA CERCA GESÙ RIMASTO IN GERUSALEMME

Trascorsi i giorni della festa, mentre riprendevano la via  del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme,  senza che i genitori se ne accorgessero. Credendolo nella  carovana, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a  cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato,  tornarono in cerca di lui a Gerusalemme (Lc 2, 43-45).

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.

IV. Stazione

Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore.
Perché all’opera della salvezza hai associato la Vergine Madre.

MARIA INCONTRA GESU' SULLA VIA DEL CALVARIO

Voi tutti che passate per la via, considerate e osservate se c’è un dolore simile al mio dolore (Lam 1,12). Chi potrebbe immaginare scena più tragica da questo incontro di Maria Santissima con il suo Divin Figlio? Una spada di dolore penetrò nella Sua anima pura e vì depositò una sofferenza lancinante.

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.

V. Stazione

Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore.
Perché all’opera della salvezza hai associato la Vergine Madre.

MARIA STA PRESSO LA CROCE DEL FIGLIO

Stavano presso la croce di Gesù, sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: “Donna, ecco il tuo figlio!”. Poi disse al discepolo: “Ecco la tua madre!”. E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa (Gv 19, 25-27).

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.

VI. Stazione

MARIA ACCOGLIE TRA LE BRACCIA
IL CORPO DI GESU' DEPOSTO DALLA CROCE

Venuta la sera giunse un uomo ricco di Arimatèa, chiamato Giuseppe, il quale era diventato anche lui discepolo di Gesù. Egli andò da Pilato e gli chiese il corpo di Gesù. Allora Pilato ordinò che gli fosse consegnato. Giuseppe, preso il corpo di Gesù, lo
avvolse in un candido lenzuolo e lo depose nella sua tomba nuova, che si era fatta scavare nella roccia; rotolata poi una gran pietra sulla porta del sepolcro, se ne andò. Erano lì, davanti al sepolcro,
Maria di Màgdala e l’altra Maria <Mt 27, 57-61).

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.

VII. Stazione

MARIA ACCOMPAGNA IL CORPO DI GESU'
AL SEPOLCRO IN ATTESA DELLA RISURREZIONE

Essi presero allora il corpo di Gesù, e lo avvolsero in bende insieme con oli aromatici, com’è usanza seppellire per i Giudei. Ora, nel luogo dove era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo, nel quale nessuno era stato ancora deposto. Là dunque deposero Gesù, a motivo della Preparazione dei Giudei, poiché quel sepolcro era vicino (Gv 19,40-42)

Maria Addolorata, dolce mio bene
Stampa nel mio cuore le tue pene!

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria.

Preghiere finali

Benedetta tu, Santa Maria, Vergine Addolorata: .
associata alla passione di Cristo, sei divenuta
nostra madre, segno di speranza nel nostro
cammino.

Ti lodiamo e ti veneriamo, Vergine Addolorata.
Madre fedele presso la croce del Figlio.

O Dio, tu hai voluto che accanto al tuo Figlio, innalzato sulla croce, fosse presente la sua Madre
addolorata: fa’ che, associati con lei alla passione di Cristo, partecipiamo alla gloria della risurrezione. Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen,







 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu