var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

Triduo a San Giuseppe Cottolengo - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Triduo a San Giuseppe Cottolengo


(dal 28 al 30 aprile)


Confessore (1786 – 1842). Aprì quella che chiamò “La piccola casa della Divina Provvidenza”che consisteva in un alloggio di due stanze per assistere malati ed emarginati. La piccola casa divenne sempre più grande per offrire un rifugio ai numerosissimi disperati che “cercavano conforto”. E la Provvidenza pensò proprio a tutto: medicine, alimenti, vestiari e denaro giungevano in modo straordinario.

_____________________________________________________________________________


I. O San Giuseppe Cottolengo, che durante la tua vita ti mostrasti tanto pietoso verso gli sventurati, abbi pietà di me e ottienimi la grazia…….

          
Pater, Ave, Gloria

II. O San Giuseppe Cottolengo, che durante la vita terrena ti dedicasti con tanta sollecitudine al sollievo di ogni miseria, abbi pietà di me e ottienimi la grazia………

           
Pater, Ave, Gloria

III. O San Giuseppe Cottolengo, volgi su di me uno sguardo di misericordia; vedi come sono gravi le mie necessità e cm’è grande il mio dolore. Oh! Perora tu la mia causa, guarda la mia fiducia in te e ottienimi la grazia…….

         
Pater, Ave, Gloria


 
Torna ai contenuti | Torna al menu