var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

SALMO 30 - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

SALMO 30


Ringraziamento dopo un pericolo mortale

[1]Salmo. Canto per la festa della dedicazione del tempio.
Di Davide.

[2]Ti esalterò, Signore, perché mi hai liberato
e su di me non hai lasciato esultare i nemici.
[3]Signore Dio mio,
a te ho gridato e mi hai guarito.
[4]Signore, mi hai fatto risalire dagli inferi,
mi hai dato vita perché non scendessi nella tomba.

[5]Cantate inni al Signore, o suoi fedeli,
rendete grazie al suo santo nome,
[6]perché la sua collera dura un istante,
la sua bontà per tutta la vita.
Alla sera sopraggiunge il pianto
e al mattino, ecco la gioia.

[7]Nella mia prosperità ho detto:
«Nulla mi farà vacillare!».
[8]Nella tua bontà, o Signore,
mi hai posto su un monte sicuro;
ma quando hai nascosto il tuo volto,
io sono stato turbato.
[9]A te grido, Signore,
chiedo aiuto al mio Dio.

[10]Quale vantaggio dalla mia morte,
dalla mia discesa nella tomba?
Ti potrà forse lodare la polvere
e proclamare la tua fedeltà?
[11]Ascolta, Signore, abbi misericordia,
Signore, vieni in mio aiuto.

[12]Hai mutato il mio lamento in danza,
la mia veste di sacco in abito di gioia,
[13]perché io possa cantare senza posa.

Signore, mio Dio, ti loderò per sempre.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu