var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

SALMO 126 - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

SALMO 126

 


Canto del ritorno
[1]Canto delle ascensioni.

Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
[2]Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
[3]Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.

[4]Riconduci, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
[5]Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.

[6]Nell'andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu