var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

SALMO 123 - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

SALMO 123


Preghiera dell'infelice
[1]
Canto delle ascensioni. Di Davide.

A te levo i miei occhi,
a te che abiti nei cieli.
[2]Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;
come gli occhi della schiava,
alla mano della sua padrona,
così i nostri occhi sono rivolti al Signore nostro Dio,
finché abbia pietà di noi.

[3]Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
gia troppo ci hanno colmato di scherni,
[4]noi siamo troppo sazi
degli scherni dei gaudenti,
del disprezzo dei superbi.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu