var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

MADRE NAZARENA MAJONE - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

MADRE NAZARENA MAJONE


Storia di una madre che non ha “generato” secondo la carne…


Biografia


Maria Majone, ultima di sei figli nasce il 21  giugno 1869 a Graniti, Messina, da Marta Falcone e Bruno Majone. A undici anni resta orfana di padre. Da grande si impegna attivamente in parrocchia nell'associazione delle Figlie di Maria. II 14 ottobre 1889, all'età di venti anni, insieme alla sua amica Carmela D'Amore, raggiunge Messina dove l'attende padre Annibale, che dal 1887 aveva dato inizio all'istituto delle Figlie del Divino Zelo nel quartiere Avignone.
Padre Annibale mostra il "rifugio" alle nuove arrivate facendo notare le misere condizioni in cui vive la comunità: "Figlie, non ho niente da offrirvi, ciò che ho è la povertà, la miseria e la necessità
totale. Vedete se avete coraggio di restare qui. Chiederò al Signore che vi conceda il suo aiuto". Maria Majone reagisce dicendo: "Se abbiamo con noi Gesù ci basta. Tutto il resto andrà bene".
II 18 marzo 1892 Maria riceve il nome di suor Nazarena e si impegna a vivere la sua consacrazione a Dio a servizio dei prossimo.
Accanto a padre Annibale assorbe con intelligenza di fede e sapienza celeste il carisma del Rogate che unisce preghiera e apostolato, Rogate e carità. Assimila da padre Annibale stesso la tenerezza per gli orfani e i poveri e si fa madre di quanti incontra sul suo cammino. Madre Nazarena è la prima superiora generale e confondatrice delle FDZ. Muore a Roma il 25 gennaio 1939. Le sue spoglie mortali riposano nella casa madre di Messina presso la chiesa dello Spirito Santo. L'8 gennaio 1992 inizia il processo di canonizzazione di questa "fedele serva della messe del Signore".
Il 20 dicembre 2003 San Giovanni Paolo II la dichiara Venerabile, cioè riconosce che Nazarena ha esercitato in grado eroico la fede, la speranza e la carità.
Invochiamo la sua intercessione presso Dio Padre per tutti i nostri bisogni.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu