var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

INFINITO - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

INFINITO


L’INFINITO ……

SI! Egli può essere dentro di te oppure fuori.
Egli ti può attendere per reclamare il tuo stato con il Creatore,
oppure il percorso che hai finora fatto.

L’Infinito non ha contorni, né il suo limite,
la sua dimensione non ha confini,
ma riesce a trascinarti verso comprensibili e incomprensibili storie.

Spesso ti rendi conto che solo sei di fronte all’infinito,
lo cerchi per capire chi sei realmente, per capire quanto spazio occupi in lui.

Seduto preso dalla malinconia, da quella tristezza che ti lasciano perplesso,
quante domande puoi fare di fronte all’Infinito,
cerchi di toccarlo ma egli ti sfugge non si materializza in te.

Il silenzio avvolge i tuoi pensieri,
essi fanno circolo attorno alla sedia in cui sei seduto,
vorresti che ti sollevassero liberando i tuoi desideri.

C’è un desiderio che può portarti a definire l’Infinito,
a valutarne la sua composizione e quanto spazio potresti avere in lui:

Cercare, vivere in quel momento di silenzio il sentimento, la corposità dell’unica formula che ha creato l’Infinito, e in esso l’Universo, e in esso ogni corpo celeste, e in esso l’unica vita che predomina davanti a questi anelli di congiunzione: <<Amore>>.

Questi anelli sono uniti e non potranno mai separarsi,
un unico pensiero in cui la luce increata a stabilito di unire l’uomo alla sua creazione,
che ha stabilito che egli è immagine e somiglianza;
a quel  punto tutto venne fatto in miriadi di luci e colori…

Colui che mai creazione ha prodotto,
perché egli è la creazione, egli l’albero della vita …..
Egli è l’Infinito, l’Universo, ogni corpo celeste.

Creato l’uomo si è inserito nel suo essere come prova che egli esiste;

Tu….Uomo seduto a quella sedia guarda l’Infinito coprendoti di ascolto,
il silenzio proviene dal lì, egli sa parlare e ascoltare.
Tu hai bisogno di ascoltare, di pronunciare parole sane
che  l’Infinito riceve nella sua immensa grandezza.

L’INFINITO DIO……


 
Torna ai contenuti | Torna al menu