var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

IMMAGINA CHE..... DIO PARLI AL TUO CUORE......ASCOLTA! - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

IMMAGINA CHE..... DIO PARLI AL TUO CUORE......ASCOLTA!


Entra chiudendo la porta dietro di te.
Nessuna orma deve rimanere, quell’orma che ha calpestato la terra malsana.
I tuoi piedi hanno terminato il cammino davanti a questa dimora, dove altri padri ne hanno preso possesso nel nome Mio.

Entra e non voltarti, non devi più possedere con la vista la mondanità, toccare la carne dove poi la debolezza umana fa il resto.

Entra nella dimora preparata per il tuo corpo, ma più per la tua anima: un rifugio adatto al tuo pensiero dove IO ne sono promotore per la causa dei giusti. Sappi che nella dolcezza di un amore, le Mie parole sono come dardi che colpiscono il cuore, il suono di mille arpe dove angeli passano da una stella all’altra divulgando le Lodi.

Entra in questa dimora dove come giaciglio sono le foglie e la nuvola, dove l’unico cibo che raccoglierai sono le bacche e, dove la fonte in cui ti disseterai: è quel sottile filo d’acqua che cadendo sulla grotta produce un’esile cascata.

Entra silenziosamente e con amore, lascia il mondo che ha cercato di cancellarti da ME che sono il tuo Dio, il Dio degli uomini – dove coloro di buona volontà mi dilettano il cuore.

Entra e chiudi la porta dietro di te, quella porta che ti preserva dal peccare. La porta è l’immagine di te stesso, la maniglia è il tuo cuore: esso chiude al mondo dannato e apre al mondo sano. Il giaciglio ti sia di riposo per il corpo, ma la mente sia sempre strettamente unita al cielo, che il tuo cuore spazzi via nel silenzio della dimora, ogni rumore di tentazione.

Questa dimora dal cielo IO dono come luce, un piccolo faro che illumina chi vuol venire a ME che sono il Dio degli uomini. Quando in piedi sarai nella dimora: innalza a ME il calice dell’alleanza, il calice che unisce il sangue e il corpo di mio Figlio"Gesù". Innalza il Credo al cielo, innalza il tuo spirito a ME che so giudicare con amore, l’uomo, il figlio mio. Questa dimora ti allontana dalla terra malsana, ma ti unisce a quella terra che ho destinato all’uomo.

Se avrai sete che le tue mani allunghino la ciottola alla sorgente che scaturisce dal Mio cuore.
Se avrai fame allunga le tue mani e consuma le bacche che l’angelo ti porterà perché tu non possa rimanere senza. Il sole ti scalderà penetrando nella dimora, la luna ti chiamerà per ricordarti che la notte è alta nel cielo e, che, dovrai ringraziare il Signore della vita tua e quella del mondo. La mattina il cinguettio degli uccellini ti faranno capire che il sole è prossimo e così mi donerai le Lodi.

Entra nella dimora che ti ho riservato, la dimora di tanti padri che hanno camminato sulla terra nel mio nome. Mai pronunciare parole vane, ma solo le parole che fanno crescere lo spirito.

Questa dimora è in ogni uomo che mi ama, che ama presentarsi a Me che sono il Dio degli uomini. Una dimora che è nel cuore di ogni uomo; egli deve adattarsi senza presunzione, volere costruire quel castello interiore, che è dato dall’anima. Una dimora che sa allontanarsi dal mondo perverso, sa la differenza che c’è tra il bene e il male. Costruire la fede crescendo nel mio amore, a ciò che ho donato all’uomo tramite mio Figlio e, a ciò che ho creato nell’amore mio. Soprattutto l’uomo deve sapere che l’attendo qui, nella dimora che ho costruito per lui nel mio amore.

Sono Dio.
Sono il Padre Eterno.
Sono il Padre di tutti gli uomini.
Sono l’amore che dona l’eternità


(Moreno)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu