var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

Gesù incontra la sua S.S. Madre - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gesù incontra la sua S.S. Madre


Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua Croce hai redento il mondo

Non bastava a mia gran confusione il vedere Gesù scoperto di dolore in abito di peccatore, che vi si aggiunge anche la Madre a rimprovero del mio peccato! Maledetto peccato; penosissimo incontro; afflittissima Madre! nel tuo spasimo leggo la mia perfidia. So che, a un incontro così doloroso, la passione del Figlio è passione della Madre. So che,  se le mie colpe trafiggono Gesù nel corpo, a te, o gran Vergine, trafiggono il cuore. Ma so ancora che Gesù è il fonte  delle misericordie, tu il rifugio dei peccatori. A te dunque, pietosissima Madre, con le lagrime agli occhi, col pentimento nel cuore umilmente ricorro,affinché benigna mi impetri dal tormento Gesù, tuo Figlio, il perdono dei miei peccati.

Padre nostro, Ave Maria e Gloria.

Santa Madre, deh! Voi fate,
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu