var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

Gesù deposto dalla croce - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gesù deposto dalla croce


Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua Croce hai redento il mondo.

Madre Santissima del mio Gesù Crocifisso, tu l’accogli nel tuo grembo, e se non muori di dolore, se l’amore non ti uccide, è perché Gesù non lo vuole. Due passioni acerbissime alla mia redenzione: patì il Figlio gli strazi del corpo, patì la Madre il martirio del cuore, e l’uno e l’altra per me, uomo ingratissimo. Infinita misericordia del mio Gesù, pietosissima Vergine addolorata vi adoro, vi ringrazio. Quanto è stato crudele il mio peccato, carnefice del Figlio, tiranno del cuore della Madre! Madre santissima, un bacio per me su quelle piaghe, su quella croce insanguinata. Io non ardisco di accostarmi, perché il peccato mi rinfaccia la mia ingratitudine. Dolente Vergine, intercedimi un vero pentimento, e sia merito della tua protezione la penitenza mia, la mia salvezza.

Padre nostro, Ave Maria e Gloria.

Santa Madre, deh! Voi fate,
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu