var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

Gesù cade per la terza volta sotto la croce - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gesù cade per la terza volta sotto la croce


Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua Croce hai redento il mondo.

Gesù mio, mia vita e mia speranza, ti rivedo per la terza volta caduto sotto la croce! Non è il legno della croce, ma è la mia ingratitudine che le dà il peso sterminato sicché tu non la puoi sostenere. Le replicate mie cadute nell’abominevole peccato cagionano le tue. Quante volte ritorno dal peccato alla confessione, dalla confessione al peccato! Lo conosco sì, questo è il peso infinito della durissima tua croce. Ma ora risolvo di emendarmi. Che sarebbe di me, meschino, se tornando a cadere, tu non mi porgessi più aiuto a imitare te rialzandomi? Ahi, che vedo sotto i miei piedi l’inferno aperto per ingoiarmi! Misericordiosissimo Gesù, sostienimi con la tua passione, coprimi  con le tue piaghe, sicché non cada mai più in peccato, mai più.

Padre nostro, Ave Maria e Gloria.

Santa Madre, deh! Voi fate,
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu