var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

Gesù cade per la prima volta sotto la croce - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gesù cade per la prima volta sotto la croce


Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua Croce hai redento il mondo.

Ahimè, che vedo! Il mio amabilissimo Gesù caduto sotto la croce, disteso per terra! Angeli del paradiso, sostenete il vostro Creatore e Redentor mio. Ma ahi! che invece degli angeli gli arrabbiati manigoldi vi accorrono, e con pugni , con schiaffi, con calci orribilmente lo percuotono! E tu, mio caro Gesù, a tanti oltraggi soffri e taci! Io mi confondo in me stesso, che ad ogni percossa di leggerissimo male mi scuoto, ad ogni offesa mi risento, smanio, m’inquieto, me ne lamento, pazientissimo mio Gesù, abbassa la mia superbia, concedimi la pazienza sicché, imitando te, ti accompagni per mio profitto alla morte.

Padre nostro, Ave Maria e Gloria.

Santa Madre, deh! Voi fate,
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu