var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

4° giorno - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

4° giorno


La Statuina scomparsa




Da due anni il Carmelo di Praga possedeva l’inestimabile tesoro della statuina miracolosa, quando un feroce grido di guerra invase la Boemia. Trasferiti altrove il noviziato e la maggior parte dei religiosi, rimasero a custodia del convento due soli Padri. Giunsero gli eretici e profanarono la chiesa e il convento. La stessa statuina non fu risparmiata, anzi, profanata sacrilegamente, ebbe le manine spezzate e fu buttata fra i rottami. Da quel momento iniziò una dolorosa Via Crucis per i poveri Carmelitani e una triste odissea per l’intera città di Praga.  

Com’è triste la vita quando scompare Gesù!. Rammenti, o anima devota, le pene della Madonna e di San Giuseppe, quando nel ritorno da Gerusalemme - smarrirono Gesù?
E si può perdere Gesù commettendo il peccato mortale che è la morte dell’anima. L’anima - creata immortale - non può morire realmente, ma perde la sua vera vita, cioè la grazia. Anche il povero carcerato, condannato all’isolamento della prigione ha ancora la potenza alla libertà, ma l’esercizio della liberta per lui è spento. Pur vivendo nel mondo, è segregato dal mondo, è allontanato dalla vita sociale.
Povera anima, quando è incatenata dal peccato mortale. Creata libera, è diventata schiava di Satana; è stata rivestita della stola della grazia, ma l’ha macchiata turpemente; resa agile ai voli radiosi verso l’infinito, si é addossata un peso enorme che l’inchioda all’inferno.
Amica di Dio, figlia di Dio, erede dei doni di Dio, destinata all’amore eterno, si è buttata a capofitto negli artigli di Satana, con l’infelice prospettiva di un odio eterno negli eterni tormenti.
Anima cristiana, ti senti forse lontana dal tuo Dio'? Rientra in te stessa, piangi le tue colpe, ripara il passato con una buona Confessione e ritorna a Gesù. Promettigli una completa, costante risurrezione, e Gesù avrà ancora per te i suoi sorrisi, le sue grazie, le sue benedizioni.  

PREGHIERA

Chiedo il tuo perdono, Santo Bambino Gesù!... Riconosco le mie colpe e provo vergogna di me stessa. io le detesto, le piango e prometto col tuo divino aiuto di non commetterle più. Forse la mia lontananza da Te ha ritardato tante grazie che Tu mi avevi preparato e che mi volavi donare. Ebbene, ecco che di nuovo mi avvicino a Te, pentito e addolorato. O Gesù, ritorna a me, e con Te ritornerà nell’anima mia il tuo amore, la tua grazia, il tuo conforto. Purifica il mio cuore da ogni macchia, affinché sia meno indegno di Te. Solo allora potrò sperare di vedere esaudita la mia domanda ed avrò da Te la grazia che sospiro.  

Santo Bambino Gesù, benedicimi.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, ascoltami.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, esaudiscimi.
Pater, Ave, Gloria



 
Torna ai contenuti | Torna al menu