var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

3° giorno - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

3° giorno


Sorriso di grazia




Appena la statuina del Santo Bambino Gesù fu collocata nell’oratorio interno del convento di Praga, accorsero a venerarla i novizi e tutti i religiosi, tra i quali vi era Padre Cirillo, il futuro apostolo di Gesù Bambino di Praga. Gesù fu felice di tale omaggio e donò loro i suoi primi sorrisi. I novizi furono presi da insolito fervore, ed i religiosi sentirono una forte spinta verso la perfezione. Anche i beni materiali del convento ne ebbero vantaggio.  

Ecco, o anima cristiana, i primi frutti della devozione al Bambino Divino: santo fervore. Gesù odia la tiepidezza. Soltanto chi si allontana dal fuoco può sentirsi raffreddare e Gesù è fuoco divino d’amore. La tiepidezza è sintomo cattivo di un’anima lontana da Gesù. Alcuni la chiamano una malattia spirituale, peggio ancora, una vera etisia spirituale. Chi ne é colpito crede di vivere spiritualmente ed ha vicino la morte. Lo Spirito Santo disse al tiepido: <<Poiché tu sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca>> (Ap 3,16). Un vomito incipiente! Quale nausea! Ecco la triste sorte dei tiepidi. Ma non sarà più facile, se saremo vicini a Gesù. Egli ha promesso ai tiepidi il fervore, ed il fervore è vita, è calore, è principio di salvezza. È  bello il fervore, ma ancora migliore la perfezione. Gesù prende l‘anima e la guida, di virtù in virtù, di grazia in grazia, di contemplazione in contemplazione alla vetta della sanità.
Dio discende verso l’anima che vivrà di Dio e in Dio, come i tralci vivono della vite. La linfa della vite sarà la stessa linfa dei tralci. Dunque, anima devota, non ti solletica il fervore, non ti attira l’ideale della perfezione? Puoi avere l’uno e l’altra sotto la guida benefica e potente di Gesù Bambino.   


PREGHIERA

O Gesù Bambino, fuco divino d’amore, centro e creatore della perfezione cristiana, vengo a Te, mi prostro ai tuoi piedi. Vedi le mie debolezze, i miei innumerevoli difetti, la mia abituale inclinazione al peccato.
È forse questa mia colpevole inclinazione l’ostacolo maggiore per ottenere le grazie che tanto desidero. Ebbene, o Gesù, fa' che io risorga dal mio stato e m’incammini sicuro per la via santa del fervore e della perfezione. Riscalda il mio povero cuore e accendilo del tuo santo amore. Così i suoi palpiti Ti giungeranno più graditi e Tu ascolterai benigno la mia preghiera, accordandomi la grazia che Ti domando



Santo Bambino Gesù, benedicimi.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, ascoltami.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, esaudiscimi.
- Pater, Ave, Gloria


 
Torna ai contenuti | Torna al menu