var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

26 Novembre - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

26 Novembre


IL SACERDOTE E I DEFUNTI

Il Sacerdote e il consolatore e il liberatore delle anime del Purgatorio. E per lui che infiniti suffragi scendono sulle benedette anime che soffrono in quel luogo di espiazione. Già prima che un’anima lascia la terra, il sacerdote l’accompagna con le preghiere più belle che la Chiesa gli mette sulle labbra. Così prega; <<gli Angeli ti conducano, ti portino nel seno di Abramo e ti facciano godere la luce del Cielo!>>. E, mentre la salma viene portata al cimitero, il sacerdote recita lungo la via calde preghiere, implorando pace, e riposo sull'anima dell’estinto. E poiché il defunto è stato portato al cimitero, chi è che si ricorda di lui? Il sacerdote! I parenti si dimenticano dei loro cari estinti; il sacerdote invece si ricorda di tutti i morti. Nel programma della sua giornata egli ha la preghiera per le anime del Purgatorio: l'ha per dovere, per sentimento, per impulso di pietà. Ogni giorno egli chiude la recita del divino uffizio con queste parole: <<le anime dei fedeli, per la misericordia di Dio, riposino in pace!>>.   

Il sacerdote quasi ogni giorno celebra la Messa a suffragio dei defunti. Ogni giorno nella Messa raccomanda a Dio le anime del Purgatorio. Infatti, a ogni Messa che celebra, a un certo punto si raccoglie, congiunge le mani e prega per loro. E la sua preghiera, fatta durante la Messa, porta un immenso sollievo alle anime penanti nel carcere del dolore, e tante volte le libera dal Purgatorio Dunque e il sacerdote che nelle sue preghiere e nel divin sacrificio della Messa, raccomandando al Signore tutti i morti, raccomanda anche i nostri cari. Per dovere quindi di gratitudine dobbiamo rispettare e amare il sacerdote.

ESEMPIO: Le Apparizioni di un Sacerdote.
Un giorno in una città dell’Inghilterra un illustre prelato fu invitato a pranzo in casa di una ricca famiglia. Essendo arrivato prima degli altri, fu introdotto in una sala, dove trovò un sacerdote che, seduto sopra un divano, stava tutto intento alla lettura di un libro. Venuta l’ora del pranzo, il prelato fu invitato a tavola dove prese posto accanto alla ricca signora del palazzo. Durante il banchetto il prelato chiese alla signora chi fosse quel sacerdote che stava nell’altra stanza. La signora, tutta meravigliata, gli disse: l'avete visto anche voi? Quel sacerdote deve essere un’anima del Purgatorio. Il prelato tornò nella stanza dove aveva lasciato il misterioso sacerdote, lo trovò al suo posto e gli domandò chi fosse e donde venisse. Gli fu risposto: sono un sacerdote, ora defunto. Qui un giorno confessai una signorina di alto casato. Fra gli altri peccati me ne svelò uno, che toccava l’onore di una nobile famiglia. Per una certa curiosità scrissi sopra un foglio i suoi peccati e lo misi nello scrigno, dove tenevo i miei denari. Lo scrigno poi lo nascosi in questo muro, per timore che i ladri me lo rubassero. Dopo qualche tempo volevo distruggere quel foglio. Ma la morte mi colpì all’improvviso. Ora io vengo qui per vegliare su quel foglio, temendo che vengano a sapersi i peccati di quella signorina. Ora prego l’Eccellenza Vostra di far rompere questo muro, di far prendere il foglio che e nello scrigno e lacerarlo senza averlo letto». Il misterioso sacerdote spari. Si ruppe il muro e si trovo lo scrigno e il foglio, che il prelato fece buttare nel fuoco. Da quel giorno le apparizioni cessarono.
(Ciuffa, Vita Sovrumana, pag. 139)
 

PREGHIERA: O Gesù, Sacerdote eterno, che hai dato ai popoli i tuoi sacri ministri perché fossero la luce del mondo e il sale della terra, fa’ che gli uomini comprendano e apprezzino la grandezza e la dignità del sacerdote. Fa' che lo abbiano in grande stima e in grande venerazione. 0 Signore Gesù, avvalora la preghiera che i tuoi sacri ministri ti fanno per le anime del Purgatorio! Esaudiscila affinché le benedette anime dal carcere del dolore volino festanti agli eterni splendori del Cielo.

SUFFRAGIO
: Facciamo una buona e santa confessione dei nostri peccati e questa sera prima di metterci a letto, recitiamo il Santo Rosario in suffragio di quelle Anime che ci sono più vicine.  


 
Torna ai contenuti | Torna al menu