var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

14 Novembre - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

14 Novembre


UNA VASTISSIMA CONOSCENZA



Parlare di ciò che sanno i defunti e un argomento bellissimo, ma oscuro; poiché, chi mai può penetrare in fondo alle anime dei trapassati? La Chiesa e la tradizione non ci dicono nulla in proposito; però i teologi e le stesse anime del Purgatorio ci fanno sapere che i defunti hanno una vastissima conoscenza di questo e dell'altro mondo.
E nessuna meraviglia. Quel Dio che dispensa il sapere a tante anime privilegiate, perche non lo dovrebbe dare alle anime del Purgatorio? Egli ha dato a tanti Santi il dono della scienza.
Santa Teresa non frequentò alcuna scuola superiore; ciò nonostante scrisse trattati di alta teologia, e si elevò col pensiero a contemplazioni altissime, fino a penetrare con l’occhio della mente in fondo alla Divinità. Ora, se Dio da tanti lumi ai Santi della terra, perche non li deve dare alle anime del Purgatorio?  

Conoscono pure quello che avviene nelle nazioni, nelle città, nelle loro famiglie, in mezzo ai parenti e agli amici. Prova evidente di questa loro conoscenza e il loro tempestivo intervento e il pronto soccorso che tante volte arrecano ai viventi.
Alle volte conoscono avvenimenti futuri, dipendenti da leggi fisiche o naturali; e quindi, possono prevedere e predire tempeste, terremoti, carestie. Come pure possono conoscere lo svolgimento degli avvenimenti umani e sociali. È rimasta celebre la predizi0ne fatta dalla defunta regina Claudia, moglie di Francesco I, re di Francia, alla beata Caterina da Racconigi. La defunta regina predisse alla Beata che i francesi sarebbero scesi in Italia, e che il loro re sarebbe stato fatto prigioniero a Pavia. Tale predizione si avverrò a puntino.  

E, se le anime del Purgatorio sanno tutto quello che facciamo, oseremo vivere sotto i loro occhi una vita tutt'altro che cristiana? Oseremo contristarle col non pregare mai per esse? Ah, che ogni giorno salga verso il trono di Dio, quale nuvoletta d'incenso, la nostra preghiera per le benedette anime del Purgatorio; rechi loro conforto e speranza e le faccia subito avanzare verso le ineffabili delizie del Paradiso.

ESEMPIO: L’avviso di una Madre.
Nella guerra tra Francesi e Tedechi del 1870 avvenne un fatto strano. Un ufficiale tedesco ebbe l’ordine di marciare, di notte tempo, con alcuni soldati, per fare una ricognizione nel campo nemico. Giunto in mezzo a una folta boscaglia, vide brillare nella profonda oscurità una luce lontana. Si avviò verso quella direzione e, mentre procedeva, ecco che vede davanti a se una misteriosa e bianca figura di donna, la quale gli fa cenno di fermarsi. L’ufficiale e i soldati si fermano e con grande stupore, vedono davanti a loro un enorme burrone, e subito si rendono conto che se avessero avanzato, sarebbero precipitati in esso. Chi era quella bianca figura di donna, apparsa all'ufficiale nell’oscurità della notte? Era la madre sua, morta da pochi anni, e apparsa a lui per liberarlo da quel grave pericolo. La madre defunta aveva avvisato il figlio, perche sapeva che in quel punto della foresta vi era un enorme burrone.
(
Spirago — Raccolta di esempi, vol. I, 263)   

PREGHIERA: Tu, gran Dio, accogli la preghiera che ti facciamo per le anime benedette del Purgatorio! Chiamale presto a Te! Fa’ che vengano a vederti al più presto in Cielo affinché possano conoscerti in tutta la tua luce, in tutta la tua grandezza, in tutta la tua bellezza. E, conoscendoti, più ti ameranno; più ti potranno gridare per secoli eterni tutto il loro giubilo, tutto il loro amore.   

SUFFRAGIO: Nel pomeriggio, appena ci é possibile recitiamo in ginocchio tre volte il <<Credo» in memoria della passione e morte di nostro Signore e a suffragio di quelle Anime, che in terra furono devote del Cuore di Gesù.   


 
Torna ai contenuti | Torna al menu