var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

1° giorno - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

1° giorno


Un dono prezioso




Per fare bene la Novena si raccomandano due cose importantissimo:
Innanzi tutto accostarsi ai Santi Sacramenti o essere almeno in grazia di Dio.
Avere viva fede nella bontà onnipotente di Gesù Bambino.
Sarà utile ripetere spesso durante il giorno:
Signore, accresci in me la fede.
“Lo do quanto ho di più caro al mondo", diceva la principessa Polissena noi regalare al priore dei Carmelitani Scalzi di Praga la statuina del Santo Bambino Gesù. Un piccolo Gesù di cera, con la sinistra che regge il mondo o con la destra in atto di benedire. Un vero tesoro di cielo!  

Gesù deve essere anche per te ciò che hai di più caro al mondo. Cosa ami di più?... I piaceri, gli onori, le ricchezze, la vita?... Ebbene, sotto la corteccia del piacere, troverai la spina acuta del dolore; dietro gli onori troverai il fumo che svanisce; tra le ricchezze non usate rettamente, troverai il tarlo che le rode e le consuma. Non dimenticare la felicissima frase del Santo Padre Pio XI: "Il denaro é un pessimo padrone, ma é un ottimo servitore". Bisogna servirsene giustamente e senza tenervi attaccato il cuore... Sei attaccata alla vita. E’ giusto: ce l’ha data il Signore. Tutti i doni di Dio sono grandi, ma più importante di tutti nel campo naturale, è la nostra vita. Essa, irradiata dal soprannaturale, ci dà e vere gioie del presente e le gioie infinite dell’eternità. Ma come intendi la vita’?... Forse quella frivola e mondana che appaga solo i sensi e fa dimenticare i beni eterni del Cielo? Ti sbagli. Intesa cosi, diventa una bolla di sapone, iridescente e scintillante se vuoi, ma sempre una bolla di sapone... Un piccolo soffio di vento, e  la bolla ritornerà una goccia d’acqua più o meno sporca; nulla più. no, no: la vita è ben altro!
È un viaggio per l’eternità, è un mezzo per giungere alla gloria che non muore. Guai a colui che svisa questo concetto della vita e si ferma ai suoi bagliori evanescenti!
E, nella vita, Gesù è tutto….. E’ la sapienza che apre le intelligenze, e la forza che domina le volontà, e il sorriso che abbellisce le fronti, e la virtù che nobilita i cuori, è la grazia che rende meravigliose le anime. Se togliessi il sole alla terra, che cosa resterebbe?... Un buio senza nome, un caos senza fine...
Se togli Gesù dalla vita, che sarà di te?... Sarai un povero uccello senza ali, un pesciolino che boccheggia fuori dall’acqua, un povero cadavere ambulante... Cadavere, comprendi?... <<Forse anche voi volete andarvene?>>, disse un giorno Gesù ai suoi Apostoli. Gli rispose Simon Pietro: <<Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna>> (cfr. Gv 6,68).

Ripeti anche tu le parole di San Pietro e fanne tesoro. Hai troppo bisogno di Gesù, per poter stare lontano da Lui! Non sei qui a implorare i suoi celesti favori?  


PREGHIERA

Si, o Santo Bambino Gesù, ho grande bisogno di Te. Come potrei farne a meno?... Anch’io ripeterò con l’Apostolo: Da chi andremo? Tu solo hai parole di vita eterna!... E la vita io voglio: da Te, in Te e per Te. Vita materiale, o Gesù, finché mi vorrai conservare i tuoi doni di natura. Vita di grazia, perché Tu solo sei creatore della grazia e santificatore delle anime. Vita di gloria, perché soltanto per Te e in Te io spero di averla un giorno, o Gesù, in Paradiso. Ma in questo momento Ti chiedo una grazia particolare; una grazia che mi sta tanto a cuore, per cui dedico questa novena... O Gesù Bambino, ascolta i miei gemiti... Fa’ che i miei voti siano presto esauditi... Non Ti riveli forse a noi Bambino per attrarci più facilmente al tuo Cuore Divino e facilitarci alla confidenza? Io ho fiducia in Te.,. Non renderla dunque vana... E mentre io ogni giorno della novena verrò a chiederti la sospirata grazia, Tu ascoltami, sorridimi, e per i meriti della tua divina infanzia esaudiscimi. Fa’ che le mie lacrime siano presto terse, e al pianto del dolore succeda il sorriso della gioia, perché Tu solo, o Gesù, sei la gloria e il sorriso delle anime che sperano in Te.  

Santo Bambino Gesù, benedicimi.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, ascoltami.
- Pater, Ave, Gloria
Santo Bambino Gesù, esaudiscimi.
- Pater, Ave, Gloria



 
Torna ai contenuti | Torna al menu