var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

**** [ARCHIVIO-Rifugio] - LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

**** [ARCHIVIO-Rifugio]


CERCO LA BELLA SIGNORA
*
AMATE L'UOMO CHE PORTA LA PACE
*
CHI E' CHE NON ATTENDE IL MIRACOLO
*
GLI OCCHI DEL PROSSIMO
*
Soccorrici Luce Divina nel silenzio della vita.

*
OLTREPASSA IL MURO DEL PECCATO - ASCOLTA DENTRO DI TE
*
IL MURO DELL'INVIDIA E GELOSIA

*

Nel Vangelo "   Mc 10,17-30........ Allora Gesù, fissatolo, lo amò e gli disse: "Una cosa sola ti manca: va', vendi quello che hai e dallo ai poveri e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi"
Ho conosciuto personalmente Ubaldo. Il mondo lo ha respinto, quel mondo la cui falsità: prima ha ucciso l'uomo civile e poi non contenta, ha ucciso l'uomo povero.
Ubaldo si è lasciato andare al mondo di Dio, quel mondo dove non c'è peccato ma, solo amore.........il mondo di Dio.
Gesù ci chiede di essere umili, di guardare all'amore, essere al servizio del più debole.
Non gareggiamo nella conquista della vita apparente, ma facciamolo per conquistare la vita eterna

UBALDO
*
Camminiamo senza mai allontanare lo sguardo e il pensiero verso Dio.
*

“SAUL TRICCHE”. Un uomo in grazia di Dio che ho visto esalare l’ultimo respiro: alcuni giorni prima mi diede una sua testimonianza scritta: un condensato della sua vita consumata con e per il Signore. Le righe evidenziate e sottolineate in grassetto al termine della testimonianza: sono attimi che ho riportato al momento del trapasso. Il disegno: esso raffigura il volto di Tricchè, eseguito nell’anno 1997: uno schizzo fatto gli ultimi giorni di vita. Spero che anche questa testimonianza possa aiutare ulteriormente a percorrere la stretta via che il Signore ci pone davanti.


SAUL TRICCHE’


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu