meditazione, parola del cuore, racconti di fede, preghiera." /> meditazione, parola del cuore, racconti di fede, preghiera." / var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
CONDIVIDI


CONDIVIDI
 


 
                                                                                                                                                      


ENTRA









NON DOBBIAMO DIMENTICARE, CHE ....


II Battesimo « è il più bello e magnifico dei doni di Dio.

« O Dio,  tu operi con invisibile potenza le meraviglie della salvezza; e in molti modi, attraverso i tempi, hai preparato l'acqua, tua creatura, ad essere segno del Battesimo ».

« Nel diluvio hai prefigurato il Battesimo, perché, oggi come allora, l'acqua segnasse la fine del peccato e l'inizio della vita nuova »….. (1 Pt 3,20)

 
Il Seminatore
 
 
 
 
 
 

534. Che cos'è la preghiera?
La preghiera è l'elevazione dell'anima a Dio di beni conformi alla sua volontà. Essa è sempre dono di Dio che viene a incontrare l'uomo. La preghiera cristiana è relazione personale e viva dei figli di Dio con il loro Padre infinitamente buono, con il Figlio suo Gesù Cristo e con lo Spirito Santo che abita nel loro cuore.



Atto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria
PADRE NOSTRO MEDITATO
ATTO DI CONSACRAZIONE AL SACRO CUORE
 
 
 

OTTOBRE 2018
"NOVENE  - TRIDUI - PREGHIERE"
(CONSIGLIATI)


 
Novena a San Francesco d'Assisi
dal 25 settembre al 3 ottobre
Novena alla B.V. Maria di Fatima
Novena in onore a San Giuda Taddeo
Novena alle Anime del Purgatorio
 
 
 





Rosario missionario
Il Rosario missionario ha lo scopo di far pregare per la pace nel mondo e per la conversione di tutti gli uomini.

LA CORONA DEL ROSARIO E' COMPOSTA DA....
I cinque colori diversi rappresentano i cinque continenti e richiamano l’intenzione secondo la quale si deve pregare.

La decina del Rosario, quella bianca è per la vecchia EUROPA, perché sia capace di riappropriarsi della forza evangelizzatrice che ha generato tante Chiese;
la decina gialla è per l’ASIA, che esplode di vita e di giovinezza;
la decina verde è per l’AFRICA, provata dalla sofferenza, ma disponibile all’annuncio;
la decina rossa è per l’AMERICA, vivaio di nuove forze missionarie;
la decina azzurra è per il continente dell’OCEANIA e dell’Australia che attende una più capillare diffusione del Vangelo.

(dalla Lettera apostolica, Rosarium Virginis Mariae, Giovanni Paolo II 2002)
Il Rosario conserva tutta la sua forza e rimane una risorsa non trascurabile nel corredo pastorale di ogni buon evangelizzatore». "Il Rosario è preghiera orientata per sua natura alla pace , anche per i frutti di carità che produce", tra cui il "desiderio di accogliere, difendere e promuovere la vita, facendosi carico della sofferenza dei bambini in tutte le parti del mondo"; di "testimoniare le beatitudini nella vita di ogni giorno"; di "farsi ‘cirenei’ in ogni fratello affranto dal dolore o schiacciato dalla disperazione". Di diventare, in una parola, "costruttori della pace nel mondo" e di "sperare che, anche oggi, una ‘battaglia’ tanto difficile come quella della pace possa essere vinta".

Amiamo le Missioni - dovere di ogni cristiano - che il mese di ottobre sia il mese del Rosario e delle Missioni, e preghiamo con il Rosario senza stancarci, perché i bisogni delle Missioni sono immensi e urgenti, perché i missionari hanno bisogno del nostro sostegno spirituale e fraterno.

15.10.2018






Il Santo Rosario:  carità verso le anime purganti per alleviare le loro sofferenze, per ottenere la loro liberazione, con l'entrata nel Regno dei cieli. Suffragare le anime purganti, è carità che non resterà senza ricompensa sulla terra e nei cieli. I Santi ci sono di esempio alla generosità nella recita di molti Rosari per le anime purganti.

✝La grande santa Teresa d'Avila ammaestrava e raccomandava alle sue monache di suffragare generosamente le anime purganti con la recita dei Rosari, perché ogni Ave Maria è un sollievo, è un ristoro per quelle anime penanti nel fuoco dell'espiazione e della separazione da Dio Amore.

14.10.2018





Il Santo Rosario. È una ripetizione di atti di amore alla Madonna. La parola Rosario deriva dalla parola di un fiore, la rosa, che è il fiore per antonomasia dell'amore; e il termine Rosario vuole appunto significare un fascio di rose da offrire una per una alla Madonna, rinnovandole l'atto di amore filiale dieci, trenta, cinquanta volte...

San Massimiliano Maria Kolbe, il «Folle dell'Immacolata», il quale raccomandava a tutti di amare l'Immacolata e di amarla tanto da arrivare a «respirare l'Immacolata». È bello pensare che quando si recita il Rosario si può fare, per 15-20 minuti, la piccola esperienza di «respirare la Madonna» con le cinquanta Ave Maria che sono cinquanta respiri di amore a Lei...

13.10.2018




✝La corona del Santo Rosario fa pregare tutti, bambini e anziani, dotti e indotti, sani e ammalati.


Papa Leone XIII (definito il Pontefice del Rosario): afferma che solo la Madonna è stata l'Inventrice del Santo Rosario, nessun altro avrebbe potuto creare una preghiera e una devozione così preziosa e così alla portata di tutti. Anche san Pio da Pietrelcina affermava che il Rosario «è la preghiera di Colei che trionfa su tutto e su tutti. È Lei che ce l'ha insegnata, come Gesù ci ha insegnato il Pater noster».

✝Molti Santi e Sante hanno amato il Rosario trasformato in un roseto di grazie e di virtù. Che il Rosario diventi anche per noi la preghiera preferita come fu per loro, sorgente di grazie e di benedizioni.

✝PREGHIAMO….
O Maria, che presentasti Gesù al Tempio, presenta a Dio le anime di tutti gli agonizzanti di quest'oggi, impetrando ad essi di morire in pace come il vecchio Simeone, affinchè Gesù non abbia ad essere per essi causa di rovina, ma di redenzione.

12.10.2018




L’ Ave Maria, è grazia di salvezza che Dio dona all'umanità da salvare e redimere, e condurre in Paradiso, vivendo il Vangelo, camminando sui passi del Verbo Incarnato e della Madre che si contempla nel Santo Rosario. Che viva anche nelle nostre anime questa grazia delle Ave Maria in ogni Rosario che recitiamo! Che possa accompagnarci dappertutto, nella nostra vita quotidiana.

✝Il Rosario mi ha accompagnato nei momenti della gioia e in quelli della prova. Ad esso ho consegnato tante preoccupazioni, in esso ho trovato sempre conforto.
(Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

BREVE STORIA SUL ROSARIO DEGLI ANZIANI.

Ripulendo le strade


All'alba del giorno successivo al carnevale, S. G. Cafasso, passava per una via di Torino, per recarsi presso la chiesa in cui era solito dire la Messa. Per via incontrò una vecchina che, camminando lentamente, reggeva nelle mani una grossa corona del Rosario.
Egli le chiese: "Che fate così presto buona donna?"
"Oh, reverendo, io passo a ripulire un po' le strade".
"A ripulire le strade? - Come sarebbe a dire?"
"Vedete, stanotte la gente ha fatto tanti peccati. Io passo a recitare delle Ave Maria che profumano i luoghi insudiciati del peccato e così Iddio continua a sorridere alla nostra amata città".
Pensate che avverrebbe se nel mondo ci fossero molte persone anziane disposte a "ripulire" le nostre città dal peccato...
Le preghiere degli anziani sono importantissime per la Madonna e costituirebbero una difesa per i giovani. Cari anziani, tornate al Rosario e vedrete che i giovani vi cercheranno!

11.10.2018







Fin dal mattino l'Ave Maria ci anima ad affrontare le fatiche della giornata sotto lo sguardo materno di Maria, ripetendo anche noi, con il beato Luigi Orione, di fronte ad ogni difficoltà: «Ave Maria, e avanti!».


Come si potrebbero seguire i passi del Cristo rivelatore, nei misteri della luce, senza proporsi di testimoniare le sue beatitudini nella vita di ogni giorno? E come contemplare il Cristo carico della croce e crocifisso, senza sentire il bisogno di farsi suoi "cirenei" in ogni fratello affranto dal dolore o schiacciato dalla disperazione? Come si potrebbe, infine, fissare gli occhi sulla gloria di Cristo risorto e su Maria incoronata Regina, senza provare il desiderio di rendere questo mondo più bello, più giusto, più vicino al disegno di Dio? (Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

10.10.2018





La corona del Santo Rosario è un oggetto così umile e povero, ma tanto grande!

È nella volontà di Dio, che l’uomo si serva delle cose piccole e inconsistenti per operare grandi cose perché non ci si possa mai vantare delle proprie forze, e in questo san Paolo invita a meditare: «Il Signore ha scelto le cose che non hanno consistenza per confondere quelle che credono di averla» (1 Cor 1,27).

Mi rivolgo in particolare a voi, cari Confratelli nell'Episcopato, sacerdoti e diaconi, e a voi, operatori pastorali nei diversi ministeri, perché, facendo esperienza personale della bellezza del Rosario, ne diventiate solerti promotori. (Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

Il Cardinal Schuster era solito esortare molto frequentemente i suoi diocesani alla pratica del Rosario. Egli promosse la "Crociata" del Rosario, che incontrò il favore e lo slancio devozionale in tutte le sue parrocchie.
Dirà: "La recita solenne durante il mese di ottobre nell'intenzione della Chiesa vuole essere come un assalto generale contro le falangi infernali che, specialmente ai nostri giorni, turbano la pace internazionale e creano dei pericoli alle anime".

09.10.2018






Il Santo Rosario, per antica tradizione, si presta particolarmente ad essere preghiera in cui la famiglia si ritrova. I singoli membri di essa, proprio gettando lo sguardo su Gesù, recuperano anche la capacità di guardarsi sempre nuovamente negli occhi, per comunicare, per solidarizzare, per perdonarsi scambievolmente, per ripartire con un patto di amore rinnovato dallo Spirito di Dio. La famiglia che prega unita, resta unita. (Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

✝Il Rosario recitato dinanzi al Santissimo Sacramento fa guadagnare l'indulgenza plenaria, secondo le norme della Chiesa. Questo è un dono di grazia speciale che dovremmo far nostro più che sia possibile.

✝Impariamo dai Santi: San Giuseppe da Copertino e sant'Alfonso Maria de' Liguori, san Piergiuliano Eymard e san Pio da Pietrelcina, i piccoli beati Francesco e Giacinta di Fatima univano l'Eucaristia al Santo Rosario, la Santa Messa al Santo Rosario, il Tabernacolo al Santo Rosario. Che diventi anche nostro il loro fervido amore eucaristico e mariano.

08.10.2018








Se il Rosario viene ben presentato, sono sicuro che i giovani stessi saranno capaci di sorprendere ancora una volta gli adulti, nel far propria questa preghiera e nel recitarla con l'entusiasmo tipico della loro età. (Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

Mettiamo in pratica le ferventi parole del Papa Giovanni Paolo II…….
Messaggio per la gioventù mondiale che si è riunita nelle proprie diocesi nel 2004: "Il Rosario sia la preghiera quotidiana non soltanto degli adulti, ma anche di voi ragazzi e giovani. Attraverso la preghiera e la meditazione dei misteri (del Rosario), Maria vi guida con sicurezza verso il suo Figlio. Non vergognatevi di recitare il Rosario da soli mentre andate a scuola, all'Università o al lavoro, per strada e sui mezzi di trasporto pubblico. Abituatevi a recitarlo tra voi, nei vostri gruppi, movimenti e associazioni. Non esitate a proporre la recita in casa, ai vostri genitori e ai vostri fratelli, poiché esso ravviva e rinsalda i legami tra i membri della famiglia".


07.10.2018






✝Il Rosario è una preghiera necessaria a tutti:
Dai bambini agli anziani, dalle donne agli uomini, ai moribondi.

I BAMBINI

Pregare col Rosario, per i figli e ancor più con i figli, educandoli fin dai teneri anni a questo momento giornaliero di "sosta orante" della famiglia, non è, certo, la soluzione di ogni problema, ma è un aiuto spirituale da non sottovalutare. (Giovanni Paolo II "Rosarium Virginis Mariae")

✝S. Teresa del Bambin Gesù dirà: "Col Rosario si può ottenere tutto. Secondo una graziosa immagine, esso è una lunga catena che lega il cielo alla terra; una delle estremità è nelle nostre mani e l'altra in quelle della S. Vergine. Finché il Rosario sarà recitato, Dio non potrà abbandonare il mondo, perché questa preghiera è potente sul suo cuore. Essa è come il fermento che può rigenerare la terra. La dolce Regina del Cielo non può dimenticare i suoi figli che, senza interruzione, ripetono le sue lodi. Il Rosario sale come incenso ai piedi dell'Onnipotente. Maria lo rinvia subito come una benefica rugiada, che viene a rigenerare i cuori. Non c'è preghiera che sia più gradita a Dio del Rosario".

06.10.2018






<<Il passare con Maria attraverso le scene del Rosario è come mettersi alla "scuola" di Maria,
per leggere Cristo, per penetrarne i segreti, per capirne il messaggio.
La Vergine del Rosario continua anche in questo modo la sua opera di annuncio di Cristo>>


(Giovanni Paolo II Rosarium V. M.)

Il Rosario non è solo preghiera vocale, è anche preghiera mentale. Chi lo recita deve riflettere. Proprio per questo al principio di ogni posta viene annunciato un mistero, uno dei fatti più importanti della vita di Gesù e della Madonna.

05.10.2018


San  Giovanni Paolo II insegna che, con il Rosario, ogni uomo percorre la vita di Gesù, e «contemplando la sua nascita impara la sacralità della vita, guardando alla casa di Nazaret apprende la verità originaria sulla famiglia secondo il disegno di Dio, ascoltando il Maestro nei misteri della vita pubblica attinge la luce per entrare nel Regno di Dio e, seguendolo sulla via del Calvario, impara il senso del valore salvifico. Infine, contemplando Cristo e sua Madre nella gloria, vede il traguardo a cui ciascuno di noi è chiamato, se si lascia sanare e trasfigurare dallo Spirito Santo».



04.10.2018






CARISSIMI, PRENDIAMO L'ARMA CHE COMBATTE IL MALE...
" IL SANTO ROSARIO" .....E COME DICE LA "MAMMA DEL CIELO" .... PREGHIAMO, PREGHIAMO, PREGHIAMO!

Medjugorje, 25 Febbraio 1988

"Cari figli, anche oggi desidero invitarvi alla preghiera e all'abbandono totale a Dio. Sapete che vi amo e per amore vengo per mostrarvi la strada della pace e della salvezza delle vostre anime. Desidero che mi obbediate e non permettiate a satana di sedurvi. Cari figli, satana è forte e per questo chiedo le vostre preghiere e che me le offriate per quelli che stanno sotto il suo influsso, perché si salvino. Testimoniate con la vostra vita e sacrificate le vostre vite per la salvezza del mondo. Io sono con voi e vi ringrazio. Poi nel cielo riceverete dal padre la ricompensa che vi ha promesso. Perciò, figlioli, non preoccupatevi. Se pregate, satana non può intralciarvi minimamente, perché voi siete figli di Dio e Lui tiene il suo sguardo su di voi. Pregate! La corona del Rosario sia sempre nelle vostre mani, come segno per satana che appartenete a me. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".

03.10.2018






Quale preziosa scuola del Vangelo è il Santo Rosario!


  • Il Rosario: ognuno, piccolo o grande che sia nel recitare il Rosario si porta a conoscere l'essenziale del Vangelo, le verità fondamentali della Fede e chi coltiva la preghiera del Rosario può dire di conoscere l’essenzialità del Vangelo e della storia della salvezza, e di credere nei fondamentali misteri e nelle verità primarie della Fede cristiana.


  • San Francesco Saverio, portava al collo la corona del Rosario e predicava molto il Santo Rosario perché facendo così, diventava più facile la spiegazione del Vangelo ai pagani e ai neofiti. Perciò, se riusciva a innamorare del Rosario i nuovi battezzati, egli sapeva bene che essi avevano capito e possedevano la sostanza di tutto il Vangelo da vivere, senza più dimenticarlo.

Conosce il Santo Rosario è conoscere una sintesi fedele e sicura della vita di Gesù e di Maria,

02.10.2018




  • Recita con devozione il Rosario, poco a poco, oltrepasserai la preghiera vocale e la meditazione, per poi contemplare l'unione amorosa con Dio.


  • Sul Rosario papa Giovanni Paolo II ha scritto che «il Rosario, se riscoperto nel suo pieno significato, porta al cuore stesso della vita cristiana ed offre un'ordinaria quanto feconda opportunità spirituale e pedagogica per la contemplazione personale, la formazione del Popolo di Dio e la nuova evangelizzazione» .


  • Bellissimo è l'esempio di san Felice da Cantalice, l'umile fratello religioso cappuccino, il quale per circa quarant'anni fece il questuante per le vie di Roma camminando sempre così:  «Occhi in terra, corona in mano, mente in cielo».


01.10.2018


NON DIMENTICHIAMO.....

Il Rosario, è la storia evangelica della vita di Gesù e di Maria:
“ il Rosario, nella sua sostanza, è un «rosario» di fatti, di episodi, di eventi, o meglio ancora di «ricordi» della vita di Gesù e di Maria”.


Il Rosario ci pone verso la Madre del Verbo Incarnato, alla scuola della Sapienza, che ci insegna Cristo, ci illumina di Cristo,
ci porta a Cristo, ci unisce a Cristo, ci fa capire Cristo, fino a unirci nell'intimo quali fratelli di Lui


 
 






CARISSIMI....
✝La “carità” fraterna, ci evita la vanagloria, l’invidia, l’intolleranza reciproca, lo spirito altezzoso e irritante, soprattutto la superbia.

La fede non può essere inoperosa, ma mediante la carità essa opera nell’uomo portandolo ad agire. In questo …. fede e carità; si fondono in un risultato unico.

La vera libertà
San Paolo: Lettera ai Galati

Questi versetti sono l’annuncio e l’esaltazione della libertà, un servizio nell’amore.

Capitolo 5,22-26
*Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è legge. *Ora quello che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri. *Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito. *Non cerchiamo la vanagloria, provocandoci e invidiandoci gli uni gli altri.

 
 
 
PREGHIAMO E MEDITIAMO .... ""O amatissimo Nazareno, Tu sai, per amara esperienza, quanto pungenti siano le spine del cammino...... consola dunque i tribolati ..... abbi pietà di quelli che soffrono!"
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Tu! .....si Tu!
Che ora mi stai guardando, ho bisogno; uno dei tanti bisogni che ho è che preghi Dio,
perché l'uomo sciolga il suo cuore pensando a quanti bambini muoiono dalla fame....
Ogni minuto tantissimi come me muoiono! Prega ....Prega!

laportadiluce cammino cristiano
 
Torna ai contenuti | Torna al menu