meditazione, parola del cuore, racconti di fede, preghiera." /> meditazione, parola del cuore, racconti di fede, preghiera." / var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-33489517-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })(); >

LA PORTA DI LUCE

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
CONDIVIDI


CONDIVIDI
 


 
                                                                                                                                                      


ENTRA









NON DOBBIAMO DIMENTICARE, CHE ....


II Battesimo « è il più bello e magnifico dei doni di Dio.

« O Dio,  tu operi con invisibile potenza le meraviglie della salvezza; e in molti modi, attraverso i tempi, hai preparato l'acqua, tua creatura, ad essere segno del Battesimo ».

« Nel diluvio hai prefigurato il Battesimo, perché, oggi come allora, l'acqua segnasse la fine del peccato e l'inizio della vita nuova »….. (1 Pt 3,20)

 
 
 
 
Il Seminatore
 
 
 

534. Che cos'è la preghiera?
La preghiera è l'elevazione dell'anima a Dio di beni conformi alla sua volontà. Essa è sempre dono di Dio che viene a incontrare l'uomo. La preghiera cristiana è relazione personale e viva dei figli di Dio con il loro Padre infinitamente buono, con il Figlio suo Gesù Cristo e con lo Spirito Santo che abita nel loro cuore.



Atto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria
PADRE NOSTRO MEDITATO
ATTO DI CONSACRAZIONE AL SACRO CUORE
 
 

NOVEMBRE 2018
"NOVENE  - TRIDUI - PREGHIERE"
(CONSIGLIATI)


 
 
 
Novena dell'Immacolata
dal 29 novembre al 7 dicembre
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CORONA DELL'AVVENTO
 




Signore: "Ti preghiamo per i ragazzi che si preparano alla Cresima, alla Comunione, alla Penitenza: si lasciano guidare dallo Spirito per essere tuoi testimoni e vivere la fede con entusiasmo e senza paura di scelte controcorrente, e siano sempre sostenuti dalla forza del tuo amore".




Signore: “Ricordiamo quelli che fanno fatica a credere, non provano la gioia di essere tuoi amici e di dialogare con te nella preghiera; stai sempre vicino anche a loro: sono tuoi figli e nostri fratelli anche se non vivono l’attesa del Natale. Rendi anche noi un segno che è possibile arrivare al cuore del Natale: la nascita del tuo Figlio e non solo luci, musiche, atmosfera di festa. Sei tu l’origine di questa festa, sei tu l’amico che ci invita a vivere il suo compleanno”.








Signore: “Ti ricordiamo anche quelli che nella nostra famiglia sono già entrati nel tuo regno, dopo aver donato tanta gioia e tanto amore alle persone che hanno fatto crescere; attraverso di loro è giunta anche a noi la tua tenerezza. Possiamo ricordarle vivendo gli insegnamenti belli che ci hanno lasciato.”




O Maria, donna libera dal peccato, ti preghiamo per le persone che ci aiutano a camminare nella fede, a scoprire l’amore di Dio, e ci ricordano con il loro esempio a vivere ogni giorno da amici del Signore. fa’ che anche noi possiamo essere un segno dell’amore di Dio nella storia delle persone che amiamo






Signore: "Insegnaci a imitare la fede semplice e generosa di Maria che non smette mai di cercare te, la tua volontà, e si pone a servizio di tutti con amore. In lei abbiamo la certezza che tu ti stai prendendo cura anche di noi. Possiamo anche noi penderci cura gli uni degli altri, nell’obbedienza, sincerità, servizio generoso e gioioso".





Ci prepariamo a vivere un grande dono: Maria, la donna che non ha conosciuto il peccato e ci dona la speranza di essere liberi anche noi dal male che ci allontana da te e ci rende egoisti e chiusi in noi stessi. Fa’ che sappiamo imitare il suo stile di amore e di servizio, di gioia e generosità, di fiducia e di pazienza




Signore: "Grazie per il Battesimo, la prima tappa del nostro incontro con te e con tutti i tuoi figli; aiutaci a vivere contenti di questo primo e fondamentale dono di grazia.
Insegnaci a ricordarlo ogni giorno nella preghiera, sia da soli che insieme, come famiglia".




✝SIGNORE.....
Grazie per la famiglia della Chiesa, che conosciamo soprattutto nella parrocchia, a messa, al catechismo e in tutte le occasioni che abbiamo per crescere nell’amore di te e dei fratelli. Insegnaci ad essere attivi, coinvolti con entusiasmo nelle varie proposte per farla diventare ancora più bella, più simile a come tu e anche noi ci aspettiamo che sia.



Signore: "Grazie per il dono della fede, che ci aiuta ad avvertire che tu cammini al nostro fianco e non ci lasci mai soli; per aiutarci a vincere il male hai donato il tuo Figlio Gesù. Grazie perché tra genitori e figli possiamo condividere questi doni che rendono ancora più ricca la nostra famiglia".





Grazie per la famiglia che ci dai; anche se a volte dobbiamo portare gli uni i pesi degli altri, è certamente un bene molto prezioso; insegnaci a tutti a fare la propria parte per crescere nel tuo amore; insegnaci ad essere svegli per comprendere le attese degli altri e generosi per realizzarle


Per accensione della prima candela di Avvento
anche in famiglia..... Vieni, Signore Gesù, vieni ad accendere in noi la fiamma della speranza perché impariamo ad attendere senza turbamento il ritorno glorioso del Cristo, giudice e salvatore, la Luce che ci illumina verso la piena comunione con il Padre che mantiene nei secoli le sue promesse.





O trionfatore glorioso del Demonio,
inutilmente armato in molte maniere contro di Voi,
o Sant’Eligio Vescovo, continuate la vostra vittoriosa opera
sulle forze del male che si scagliano contro di noi.
Dai loro morsi velenosi salvate le anime nostre,
fortificandole sempre di più nel combattimento spirituale;
ai nostri corpi ottenete sempre la santità.
Allontanate dagli animali e dai campi ogni influsso tenebroso del Maligno.
E la nostra vita presente, grazie alla vostra potente intercessione,
ci sia preparazione alla gioia eterna del Cielo.
Amen.
-
3 Gloria al Padre...
-
Sant’Eligio, prega per noi

 
 






CARISSIMI....
✝La “carità” fraterna, ci evita la vanagloria, l’invidia, l’intolleranza reciproca, lo spirito altezzoso e irritante, soprattutto la superbia.

La fede non può essere inoperosa, ma mediante la carità essa opera nell’uomo portandolo ad agire. In questo …. fede e carità; si fondono in un risultato unico.

La vera libertà
San Paolo: Lettera ai Galati

Questi versetti sono l’annuncio e l’esaltazione della libertà, un servizio nell’amore.

Capitolo 5,22-26
*Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è legge. *Ora quello che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri. *Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito. *Non cerchiamo la vanagloria, provocandoci e invidiandoci gli uni gli altri.

 
 
 






RICORDIAMO SAN LUCA CON QUESTO BELLISSIMO SCRITTO ...
E' TUTTO DA LEGGERE!

San Luca, evangelista: “Ho deciso … di scrivere per te un resoconto ordinato” (1,3)

La lettura delle sante Scritture è un giardino spirituale e un paradiso di delizie, molto più piacevole del paradiso di una volta. Questo paradiso Dio non l’ha messo sulla terra, ma nelle anime dei fedeli. Non l’ha messo nell’Eden, né in Oriente in un preciso luogo (Gen 2,8), ma l’ha sparso ovunque sulla terra e l’ha esteso fino alle estremità della terra abitata. E affinché tu capisca che ha diffuso le sante Scritture su tutta la terra abitata, senti cosa dice il profeta: “Per tutta la terra si diffonde la loro voce e ai confini del mondo la loro parola” (Sal 19,5; Rm 10,18)…

E’ un paradiso che ha anche una sorgente come quello di una volta (Gen 2,6.10), sorgente da cui nascono innumerevoli fiumi… Chi lo dice? Dio stesso che ci ha fatto il dono di tutti i fiumi: “Chi crede in me; come dice la Scrittura: fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno” (Gv 7,38)… Questa sorgente è ineguagliabile, non solo per l’abbondanza, ma per la sua natura. Infatti non sono fiumi d’acqua, ma i doni dello Spirito. E’ una sorgente che arriva alle anime di tutti i fedeli, ma non ne è diminuita. E’ data a tutti, ma non si esaurisce… Tutta in tutti e tutta in ognuno: tali infatti sono i doni dello Spirito.

Vuoi sapere qual è l’abbondanza di questi fiumi? Vuoi conoscere la natura di queste acque? In cosa sono diverse dalle acque di quaggiù, perché sono più buone e più belle? Senti ancora Cristo che parla alla samaritana per capire l’abbondanza della sorgente: “Chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete, anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna” (Gv 4,14)… Vuoi pure conoscere la sua natura? Usala! Non è utile per la vita di quaggiù, ma per la vita eterna. Passiamo il nostro tempo in questo paradiso: andiamo a bere a questa sorgente.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Tu! .....si Tu!
Che ora mi stai guardando, ho bisogno; uno dei tanti bisogni che ho è che preghi Dio,
perché l'uomo sciolga il suo cuore pensando a quanti bambini muoiono dalla fame....
Ogni minuto tantissimi come me muoiono! Prega ....Prega!

laportadiluce cammino cristiano
 
Torna ai contenuti | Torna al menu